Nota bio-bibliografica del gruppo 'A 67
a cura di Carla Ardito

TORNA a 'A camorra song'io

TammorrAntiCamorra


piazzolla’A 67: Crossover-Rock, testimonianza e risposta viscerale alla difficile realtà del quartiere omonimo della periferia nord di Scampia, da cui i cinque componenti del gruppo provengono.  Il quartiere, meglio noto come “’a sissantasett’”, sorto nel 1964 all’interno del Pdz (Piano di zona) in conformità alla Legge n.167 per l’acquisizione, da parte dei comuni, di aree per l’edilizia popolare ha, nel tempo, rappresentato una risposta alla pressante richiesta di alloggi. Del quartiere, diviso in 21 lotti identificati con le lettere dell’alfabeto, si percepisce, a causa della mancanza di luoghi di aggregazione, un senso di “vuoto”, di disgregazione. Il desiderio di riuscire a trasformare, con il linguaggio universale della musica, un “luogo di pericolo” in spazio dell’agire collettivo, anima questa formazione musicale sorta dalla speranza di riscatto di una città che grida le ragioni della riqualificazione di un territorio abbandonato a se stesso e ai propri disagi, nel tentativo di dare voce alla parte sana della società che non ha timore di schierarsi. Il gruppo composto da Daniele Sanzone (voce), leader e anima del gruppo; Andrea Verdicchio (sax, flauti e tastiere); Enzo Cangiano (chitarre); Gianluca Ciccarelli che dal 2009 ha sostituito al basso Alfonso Muras; Luciano Esposito (batteria), ha ottenuto nel 2005, con il disco di esordio “’A camorra song'io” ottimi riscontri di critica e pubblico. Da sempre impegnati nel sociale, a sostegno dei diritti umani e nella lotta contro le mafie, gli ’A 67 vantano collaborazioni internazionali e continuano il loro percorso di crescita ideando progetti paralleli, di estremo interesse quello realizzato con Roberto Saviano. Al 2008 risale l’esordio al festival “Politicamente Scorretto” diretto da Carlo Lucarelli con lo spettacolo “Generazione Suburbe”, scritto in collaborazione con Giancarlo De Cataldo. Nel 2009 si stringe il sodalizio con LIBERA (Associazioni Nomi e Numeri contro le Mafie) e il 2010 è l’anno di Scampia Trip un progetto multimediale che, unendo tre diversi linguaggi, musica, letteratura e cinema e finalizzato a scardinare i luoghi comuni legati alla città di Napoli, si è concretizzato  in un documentario, un libro e un disco presentati alla Casa delle Associazioni di Volla da Ciro Corona, presidente dell’associazione (R)esistenza, Daniele Sanzone (leader del gruppo napoletano ’A 67 che ha curato la colonna sonora di “Scampia Trip”) e Don Aniello Manganiello. Il 2011 li vede protagonisti di una serie di concerti in tutta Italia: tra le tappe previste, Milano e Firenze.