Marco Piscitelli, Scampia 24, a cura di Armando Rotondi

 

  

gomorra

“Una, due tre, quattro: le «picchiate» della Polizia nelle piazze di spaccio a Scampia si ripetono, come un rito, ogni giorno, ad ogni ora. Dei veri e propri blitz a caccia di spacciatori di droga e vedette. È questa la battaglia che ogni giorno gli uomini del Commissariato di Scampia portano avanti. Coordinati dal primo dirigente Michele Spina iniziano a controllare ogni angolo di Scampia dalle prime luci dell'alba. ‘Vele’, ‘Sette Palazzi’, ‘Case dei Puffi’: le forze dell'ordine presidiano e sorvegliano le zone dello spaccio senza sosta, mettendo un freno al business della malavita.  IlMattino.it ha seguito gli agenti del Commissariato di Scampia per ventiquattro ore per le strade del quartiere. Dall'alba alla notte fonda, nel bel mezzo di una nuova faida che sta coinvolgendo i clan di camorra per il controllo del territorio.

Un videoreportage realizzato in presa diretta grazie alla collaborazione della Questura di Napoli: dalle Vele, triste simbolo del degrado ed ex meta di centinaia di tossici per arrivare a Melito, dove la malavita sta tentando di riorganizzarsi per dare nuovamente vita al commercio di stupefacenti.

Un fiume di droga e denaro che le forze dell'ordine impegnate sul territorio cercano, come possono, di fermare”.

Questa la presentazione di Scampia 24 da parte del suo stesso autore, Marco Piscitelli. Un reportage giornalistico di ottima fattura che, anche grazie ad una durata di quasi trenta minuti, si fa vero e proprio medio metraggio documentario, diviso, anche se non esplicitamente, in due parti. Nella prima Piscitelli e la sua guida, Michele Spina del Commissariato PS di Scampia, ci conducono nell’ambiente degradato delle Vele, in cui lo spaccio avviene e in cui le forze dell’ordine devono agire, e lo spiegano allo spettatore. Si procede quindi seguendo i poliziotti nei loro blitz, nei loro fermi, nelle loro azioni contro lo spaccio e i pusher. In pochi minuti, il giornalista riesce nell’intento di mostrare uno spaccato realistico, riuscendo anche a coinvolgere emotivamente lo spettatore, complice anche una buona colonna sonora, e a renderlo partecipe delle difficoltà, dei timori e delle paure che i poliziotti devono affrontare. “La paura è un sentimento, un’emozione utile, perché quando si ha paura si enfatizzano, si esaltano tutte le capacità di reazione. Avere paura, se la paura non è paralizzante ma viene opportunamente controllata, serve ad essere più attenti, più efficienti e più efficaci in azioni di polizia”, afferma Spina a conclusione del documentario.

 


Scheda tecnica

Scampia 24

regia di Marco Piscitelli

produzione Italia, 2012

durata 28 minuti

 


Link esterni

http://www.youtube.com/watch?v=QjnWllJF-5o